La storia

Prima di diventare laghetto di pesca sportiva, questo specchio d’acqua era la piscina comunale di Fanano. Molti abitanti del paese impararono a nuotare proprio in queste ‘fresche’ acque. Verso la fine degli anni ’50 il Comune pensò di costruire la nuova piscina in centro al paese (proprio dove si trova tuttora) e così si dovette pensare ad una nuova destinazione d’uso per un luogo così bello come il Lido. Perderlo sarebbe stato un vero peccato e fu allora che la Società di Pesca Sportiva ‘APS Fananese’ si fece avanti e lo trasformò in un laghetto di pesca prendendosi carico del mantenimento e del miglioramento del luogo.

piscina2_ott

Il Lido negli anni ’50. Foto a colori appartenente all’Archivio Comunale di Fanano (link a facebook)

piscina1_ott

Il Lido negli anni ’50. Foto b/n appartenente all’Archivio Comunale di Fanano (link a facebook)

 

Durante questi anni la società storica di Fanano, che poteva vantare anche oltre il centinaio di soci, si prese sempre cura del lago e dei dintorni migliorando via via la tenuta del lago, ripristinando e migliorando gli argini e costruendo pian piano un chiosco da adibire a bar/ristorante, arrivando con sforzi e sacrifici ad ottenere l’aspetto attuale del luogo. Sicuramente il Lido è il grande orgoglio di una storica società che ancora vive rigogliosa.

L’impegno e l’entusiasmo di migliorare ancora questo luogo non è di certo finito, la Fananese infatti è tuttora impegnata nella pulizia di una ulteriore area adiacente da adibire a parco verde con la collaborazione e l’aiuto costante del Comune di Fanano, oltre alla realizzazione di una ulteriore area di pesca a pagamento sotto il laghetto. Questa è l’ultima sfida che partirà proprio quest’anno: è il Torrentello del Lido, una porzione di torrente artificiale che simula la pesca in fiume.

LOGO_APS_OK_ott


Il Laghetto

trote1_ott

Trote fario e trote albine

trote2_ott

Uno splendido esemplare di trota fario

Il lago di pesca ospita in maggioranza trote iridea, ma non mancano bellissime trote fario, salmerini, trote albine (giapponesi) e alcuni esemplari di trota salmonata gigante. La pesca è a prelievo ed è consentita per qualsiasi tecnica si pratichi (tocco, spinning….). Il limite di cattura è fissato a 20 capi. Per conoscere tutte le regole di pesca clicca qui!

Durante la stagione vengono organizzate svariate gare di pesca per professionisti (come una tappa del campionato provinciale trota lago), ma anche per bambini come ad esempio la storica e divertentissima gara del ‘Pierin Pescatore’. Insomma il Laghetto del Lido è adatto sì ai professionisti, ma si presta egregiamente anche ai dilettanti o ai piccoli pescatori che rappresentano il cuore pulsante del futuro della pesca.

logo_vett_fishing_and_food_ott

Per conoscere il calendario delle nostre gare clicca qui!